L’ E-mail Marketing funziona. Sei d’accordo?

Se ne parla meno di altre attività legate al Content Marketing, ma è uno strumento che mantiene il proprio valore nel piano promozionale.

Dal costo contenuto consente di ottenere risultati dal punto di vista delle vendite molto importanti.

L’e-mail marketing consente di comunicare in modo diretto e personale con interlocutori che secondo le attività di segmentazione e qualificazione sono interessati alle proposte dell’azienda che invia i messaggi.

L’e-mail marketing è utile all’interno del piano di Inbound Marketing sia per contattare nuovi futuri clienti, sia per mantenere la relazione con i già clienti, come strumento di customer care.

Vediamo quali “trucchi” usare per ottenere migliori risultati dall’e-mail marketing.

Suggerimento 1: Scelta e selezione dei contenuti

“Quali contenuti devo usare nelle email?  Non c’è una risposta precisa a questa domanda, perché dipende dall’attività di ciascuna azienda e dal mercato di riferimento, ma ci sono criteri per decidere cosa interessi maggiormente i destinatari.

  1. pubblicare argomenti diversi in tempi diversi per verificare attraverso la funzione di analisi e statistica dell’e-mail marketing quanti destinatari clicchino su ogni contenuto. Questo serve a creare la classifica di interesse, ma anche una migliore profilazione dei destinatari, in base agli interessi.
  2. scrivere di argomenti che siano utili ai lettori e non quello che vorrebbe leggere chi prepara la mail.
  3. i dati di analytics del sito web e le concversazioni sui social network possono infine fornire le idee degli argomenti più interessanti, in base alle pagine del sito più cercate e lette.
  4. controllare gli argomenti di cui parla la concorrenza può dare spunti interessanti

Suggerimento 2: Attenzione alla grammatica!

Social Network e smartphone ci portano ad usare abbreviazioni e termini generici, ma l’e-mail marketing, come tutti i contributi del Content Marketing, deve essere scritto in modo chiaro e corretto dal punto di vista grammaticale.

Le E-mail rappresentano la voce delle aziende, e anche quelle che vogliono mostrare una personalità informale, non dovranno confondere lo stile brillante con l’essere sgrammaticati.

Suggerimento 3: determinare la lunghezza dei contenuti

I migliori (nel senso di essere capaci di produrre effetti positivi) messaggi di posta elettronica dovrebbero essere di circa 750 parole totali, formattati in modo da essere leggibili:

a. Titolo principale,

b. blocchi di testo, introdotti da titoletti, di circa 200 parole

c. invito all’azione (call to action) verso la pagina di destinazione (landing page) o il sito per ulteriori informazioni. Otterrete così anche il vantaggio indotto di aumentare le visite al sito web.

d. una o due immagini caricate in formato leggero (png o gif) per non rendere pesante l’apertura del messaggio da telefono e tablet.

Suggerimento 4: Le parole da evitare nell’e-mail marketing

Il pericolo principale per una e-mail è di finire nella cartella dello spam ancor prima di essere consegnata al destinatario.

Ci sono alcune parole che possono aumentare il rischio spam, e per questo da evitare per quanto possibile. Vediamo quali sono:

Gratuito

Visita il nostro sito

Opportunità

sconto del 50%

Clicca qui

Chiamare ora

sottoscrivi

premio

Sconto

Risparmiare fino a

Garanzia, garantito

Promozione speciale

Grande offerta / affare

Tutto nuovo

Una volta

Ordina adesso

Questi termini dovrebbero essere assolutamente evitati nell’oggetto della mail, ma consigliamo di usarle con parsimonia anche nel corpo della mail.

Suggerimento 5: formattazione dei contenuti

Infine, come si formatta il contenuto e-mail è quasi importante come il contenuto stesso.

a. Non copiare e incollare da Word! Corri il rischio che vengano visualizzati in modo inappropriato dagli editor di posta.
L’html del messaggio e-mail deve rimanere il più pulito possibile, per questo bisogna usare strumenti di e-mail marketing professionali che creino messaggi adatti alla spedizione e alla ricezione dai clienti diversi. A questo proposito è bene testare ogni messaggio su computer diversi, su gestori di posta diversi (quello aziendale, gmail.com, yahoo.it, ecc) e su tablet o smartphone per verificare la leggibilità della formattazione.

b. Utilizzare la formattazione del grassetto o italico, colori e dimensioni di carattere diversi per rendere il contenuto visivamente interessante

c. Sottolineare i collegamenti per aiutare il lettore a comprendere dove poter approfondire

d. Scegliere caratteri (font) leggibili: come l’Arial in una dimensione di dieci o undici punti sono spesso considerati i migliori font per la posta elettronica.

Suggerimento 6: raccolta dei risultati

Inviare una e-mail consente di veicolare e diffondere contenuti per promuovere il vostro business, ma anche per conoscere i lettori e qualificare meglio i loro interessi.

Per raggiungere entrambi gli obiettivi è importante che i link contengano un codice di tracciamento per seguire chi clicca nei passi successivi: lunghezza della visita, conversione, ricerca di contenuti nel sito web ecc.

Cosa ne dite? E’ il momento per inviare una nuova comunicazione promozionale via mail?

Buon lavoro!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *