Viaggiatori non digitali: travel blogger ante litteram

travel ante litteram

Negli ultimi anni è nata la figura del travel blogger, persona che trasforma in lavoro la propria passione per il viaggio e che condivide, tramite appunto un blog, le esperienze vissute.

Attraverso internet e i vari social network, i travel blogger sono diventati un punto di riferimento per coloro che si aggirano sul web alla ricerca di informazioni sui possibili itinerari da seguire durante un viaggio, su cosa mangiare e sulle curiosità del posto.

In realtà, la passione per il viaggio e la conoscenza dei luoghi  fanno parte della natura umana sin dai tempi più antichi. Molti viaggiatori hanno raccontato, già prima dei travel blogger, le loro avventure senza però poter usufruire degli strumenti informatici tipici di quest’epoca. Questi viaggiatori non digitali si sono affidati a una delle invenzioni più antiche del mondo: la carta. E la loro fama è sicuramente imperitura, anche senza internet.

Chi sono stati i primi Travel Blogger?

Oggi perciò ti presento 3 viaggiatori “antichi” che, mossi da esigenze differenti, hanno intrapreso una serie di viaggi e li hanno raccontati, lasciandoci preziose informazioni sui luoghi dell’antichità.

  1. Strabone

    Originario dell’Asia, visse tra il 58 A,C. e il 25 D.C. Di mestiere era uno storico e geografo e l’unico testo che ci è giunto fino a noi è appunto la sua Geografia suddivisa in 17 libri. Ogni libro si occupa di descrivere il mondo allora conosciuto: Strabone aveva visitato l’Asia Minore, una parte dell’Italia e della Grecia e aveva vissuto in Egitto. Si vantava di aver viaggiato molto più degli altri geografici, anche se in realtà diversi luoghi di cui racconta nei suoi libri sono frutto di studi e ricerche su altri testi, piuttosto che veri e propri viaggi da lui intrapresi.

  2. Pausania il Periegeta

    Pausania visse nel II D.C. ed era uno scrittore e geografo di origine asiatica. Proprio la sua passione per la geografia lo ha portato a viaggiare in Grecia e raccogliere le informazioni in un libro intitolato Periegesi della Grecia. Il termine Periegesi, come definito dall’Enciclopedia Treccani, indica un filone storiografico che aveva lo scopo di raccogliere notizie storiche sui popoli e luoghi, verificati con l’esperienza diretta. Pausania racconta in ogni libro una regione della Grecia, unendo excursus di carattere storico oltre che geografico. Peculiarità è quella di incorporare anche aneddoti o racconti paradossali.

  3. Xuan Zang

    Il terzo travel blogger del passato è il cinese Xuan Zang vissuto tra il 602 e il 664 D.C.. Monaco, intraprese un viaggio alla scoperta delle origini del buddismo. Xuan partì senza l’autorizzazione del proprio imperatore e attraversò Cina, Afghanistan, Pakistan e giunse in India. Tornò in patria nel 645 dopo ben 17 anni di viaggio e numerosi regni visitati. Scrisse, su richiesta dell’imperatore Tang Taizong un resoconto dei suoi pellegrinaggi che chiamò Viaggio in Occidente dal grande Tang. Grazie ai suoi racconti e alle sue avventure è stato possibile avere una panoramica sulla situazione politica, religiosa e sociale dell’Asia.

Il viaggio del monaco ha ispirato diversi secolo dopo la scrittura del romanzo Viaggio in Occidente di autore ignoto ma che rappresenta uno dei 4 classici della letteratura cinese. L’opera racconta in maniera fantasiosa il viaggio del monaco Sanazang insieme al re Scimmia Sun Wukong, dal maiale Zhu Baijiè e dal demone dei fiumi Sha Wuijinga. La figura di Sanzang è ispirata a Xuan Zang mentre il re scimmia ha poi dato vita ad un personaggio famoso dei cartoni animati, ovvero Goku. La fortuna di Xuan Zang non finisce qui poiché nel 2016 è stato prodotto un film sulla proprio storia. Ecco il trailer sottotitolato in inglese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *