Blue Monday? Le 5+1 canzoni che meglio lo descrivono

blue monday

Anche quest’anno è arrivato! Puntuale come l’autobus quella mattina in cui ti sei concesso quei 5 minuti in più a letto perché tanto “passa sempre un po’ più tardi dell’orario predefinito”. Pesante come il pranzo di natale che se va bene hai finito di digerire ad anno nuovo. E, diciamocela tutta, interessante come quando si incontra per strada un vecchio compagno di scuola che inizia a raccontarti nei minimi dettagli la sua nuova vita ma tu, mentre lui parla, ripassi mentalmente la lista della spesa.

Lunedì 15 Gennaio 2018 in tutto il mondo si è festeggiato il Blue Monday!

No, non è la giornata mondiale dei Puffi, né quella in cui è lecito vestirsi completamente di blu (come un Puffo appunto). Il Blue Monday è il giorno più triste dell’anno, quello in cui ci dovremmo sentirci tutti un po’ più depressi.

Il primo a parlarne ufficialmente fu il canale televisivo britannico Sky Travel nel 2005. Secondo degli studiosi dell’Università di Cardiff (università che in seguito ha preso le distanze da questa teoria, ora rilegata all’ambito delle pseudoscienze) il terzo lunedì del mese di gennaio sarebbe il giorno più deprimente per gli abitanti dell’emisfero boreale. Per arrivare a questa conclusione sono stati analizzati i dati statistici delle compagnie di viaggio, secondo le quali, le persone sarebbero più portate a prenotare un viaggio proprio nei periodi di maggiore tristezza.

È stata quindi creata un’equazione che prende in esame le condizioni climatiche, il tempo trascorso dopo il Natale, le condizioni economiche dopo il natale, la grande voglia di agire che ci pervade con l’arrivo dell’anno nuovo e la grande tristezza per tutti quei buoni propositi che ci eravamo prefissati per l’anno passato e che sono andati a farsi benedire.

Ora, come dicevo, la scienza ufficiale non ha mai riconosciuto questa teoria, ma il Blue Monday è ormai entrato nella cultura pop, oltre ad essere uno straordinario trand topic per i pubblicitari e i social media manager di tutto il mondo.

Se qui in Italia quello del Blue Monday è un concetto abbastanza nuovo, oltre oceano è diventato ormai una tradizione. Infatti la “festività” ha solo 13 anni di vita, ma l’idea che ne è alla base si è inserita in un filone culturale molto più ampio e antico. Basta una semplice ricerca su Google per rendersi conto che, per esempio, nel mondo della musica anglosassone quello del Blue Monday è un argomento che ciclicamente ritorna nei testi delle canzoni degli ultimi 100 anni (anche perché, in fin dei conti, questo blue è lo stesso che ritroviamo nel Blues, genere musicale che è nato proprio in America e che si fa portavoce di un sentimento di tristezza e malessere ma anche del desiderio di cambiamento proprio della popolazione afroamericana).

Eccoti la mia top 5+1 delle canzoni che esplicitamente parlano del Blue  Monday, o che comunque lo citano nel testo:

1- Cryin’ mood, Ella Fitzgerald, 1937

Each day I’m by my own-some
Blue Mondays rain or shine
I’ll say this world is lonesome
I’m just the lonesome kind
Ogni giorno sono sola
Nei blue Monday piove o c’è il sole
Direi che questo mondo è solo
Io sono solo il tipo solitario

2- How’s the world treating you?, Elvis Presley, 1956

Got no plans for next Sunday
Got no plans for today
Every day is blue Monday
Every day you’re away
Non ho piani per domenica prossima
Non ho piani per oggi
Ogni giorno è un blue Monday
Ogni giorno che sei lontana

3- Blue Monday, Fast Domino, 1956 (deve essere stato un anno particolarmente allegro!!!)

Blue Monday how I hate blue Monday
Gotta work like a slave all day
Here comes Tuesday oh Tuesday
I’m so tired I’ve no time to play
Blue Monday, quanto odio il blue Monday
Si deve lavorare come uno schiavo tutto il giorno
Ecco che arriva il martedì, oh martedi,
Sono così stanco da non aver tempo per suonare

4-Blue Monday, New Order, 1983
Nel testo non compare mai l’espressione “blue Monday”, ma questa hit degli anni ’80 (che ancora viene suonata nelle discoteche di tutto il mondo) può essere considerata l’inno ufficiale del giorno della tristezza.
5- Fingers to the bone, Deep Purple, 1998

Hired hands, I’ve seen them come and go
But you don’t come much better
Today’s Blue Monday
I just got a bad news letter
Lavoratori, li ho visti andare e venire
Ma tu non vieni meglio
Oggi è il blue Monday
Ho appena ricevuto una lettera con cattive notizie

5+1- Friday I’m in love, The Cure, 1992

I don’t care if Monday’s blue
Tuesday’s gray and Wednesday too
Thursday I don’t care about you
It’s Friday I’m in love
Non mi interessa se il lunedì è triste
il martedì grigio e anche il mercoledì
Giovedì non mi importa di te
Ma è venerdì e sono innamorato

Non viene utilizzata precisamente l’espressione “blue Monday” ma il concetto è lo stesso, e poi dovevo risollevarti un po’ il morale!

Una bella notizia per concludere: alcuni anni dopo la scoperta del Blue Monday è stata ufficializzata anche la scoperta del “giorno più felice dell’anno”, che cade in giugno, generalmente vicino al solstizio d’estate.

Quindi se in questi giorni ti senti un po’ abbattuto non demordere, punta a giugno e Summer is coming!

More from Nicolò Giommetti
Photo Ark: una moderna arca di Noè!
Quante volte ti sarà capitato di accendere la tv e di sentire...
Read More
0 replies on “Blue Monday? Le 5+1 canzoni che meglio lo descrivono”