6 jingle che hanno fatto la storia della pubblicità

Abbiamo parlato del binomio pubblicità-musica, di come nasce e delle mille sfumature che lo accompagnano e personalmente mi sono divertita a fare una piccola hit delle sei canzoni più belle utilizzate negli anni come colonne sonore o musica spot.

Secondo il mio modesto parere, l’argomento non può essere chiuso senza dedicare la giusta e dovuta attenzione ai jingle pubblicitari che, un po’ per loro natura un po’ per il mio istinto musicale, sono quelli che più sono restati impressi nella mia mente.É stato un piacere riascoltarli per scegliere i 6 ai quali a mio avviso va il giusto plauso (mi sono dovuta contenere, altrimenti ne avrei aggiunti almeno una ventina!). 🙂

Jingle divertente creato sulle note della conosciuta canzone di Renzo Arbore “Ma la notte no!”. “Che stress, che stress, che stress tutto il giorno…ma Pompea No!”, questo ritornello mi era entrato in testa e lo canticchiavo tutto il giorno.

2) Spot Morositas – Morbida la vita.

Donna di colore bellissima, formosa, la vera mora, la più desiderata, gioco di similitudini e doppi sensi. “Cos’è la vita senza Morositas”… eh già,  forse molti uomini all’epoca erano della stessa idea!

3) Spot Tabùspassosissimo, e chi se lo scorda!!!

Uno spot realizzato a cartoni animati che ha per protagonista un uomo nero che si distingue dallo sfondo per i soli occhi, mani e bocca bianchi, e che canta un jingle jazz con il quale enfatizza la bontà delle caramelle “ne mangio mille al giorno vuoi sapere perché, sei tutta naturale niente meglio di te”.

Una curiosità: il cartone animato è stato creato ispirandosi al musicista statunitense Al Jolson.

4) Spot natalizio Coca Cola- Vorrei cantare insieme a voi in magica armonia

Famoso spot anni ’80 con il quale Coca Cola augurava a tutti buone feste, il jingle era stato creato esaltando valori di fratellanza e armonia tipici del Natale. Io ero piccolissima e ricordo che ciò che mi piaceva era proprio l’abbinamento perfetto tra la melodia, l’atmosfera che creava e le candele accese.

5) Spot Valfrutta – Le stagioni

Forse è uno dei jingle pubblicitari che mi è rimasto più in mente, tuttora mi ritrovo a volte a canticchiarlo. La natura, la genuinità, una mano che si apre a fine spot in segno di aiuto, come a dire “a te ci penso io”, propone la marca e poi chiude con “Valfrutta, la natura di prima mano”.

5) Spot Crystal Ball

Sarà che io ho giocato tanto con questo prodotto quando ero una fanciulla, adoravo il suo odore così come adoro quello della colla dei calzolai.
Un jingle creato per spiegare il funzionamento del gioco, accattivante, colorato. “Crystal Ball se vuoi si attacca, non rompe niente e poi non macchia”. La gioia delle mamme e dei bambini.

6) Spot Fruit Joy – Devi devi devi devi.. masticar!!!

Un famoso cestista e un imbarazzante e saccente bambino, una sfida che viene vinta dalle caramelle, perché a “Fruit joy tu resistere non puoi…”. Quando ero piccola mi divertivo a tenerle in bocca e vedere quanto resistevo senza masticarle. Povera me!! 🙂

Questi solo alcuni dei jingle che ricordo.
Una menzione speciale va allo spot dei Tic tic che secondo il mio istinto musicale resta e rimane uno spot vincente!

E tu? Hai fatto la tua classifica? Condividila con noi 🙂

Ciao e a presto

1 Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.