Gotham: il font che dalle strade di New York arriva alla Casa Bianca

gotham font obama
Foto di Will White - Ridgefield, USA (Obama at American University) [CC BY 2.0 (http://creativecommons.org/licenses/by/2.0)], via Wikimedia Commons

No, non stiamo parlando della Gotham City di Batman, ma di un font che da dieci anni a questa parte ha conosciuto un successo straordinario.

Il Gotham appartiene alla famiglia dei sans-serif geometrici, ovvero di quei font senza tratti terminali, le cosiddette grazie.

Nacque nel 2000, quando la rivista GQ incaricò il il designer di font Tobias Frere-Jones, che al tempo lavorava per la Hoefler & Frere-Jones, di creare un nuovo font fresco e virile da utilizzare nelle sue pubblicazioni.

L’insegna del deposito degli autobus

Tobias Frere-Jones e Jonathan Hoefler, entrambi di New York, iniziarono allora a vagare per le strade della città in cerca di ispirazione, finché notarono l’insegna del deposito degli autobus della Port Authority, scritta con lettere dal design estremamente semplice e geometrico.
Quell’insegna fu un ottimo punto di partenza che permise a Frere-Jones di dar vita a quello che, in pochi anni, sarebbe diventato uno dei font più famosi al mondo. Inizialmente erano circa 40 le varietà disponibili di Gotham, da thin a ultra, mentre oggi sono addirittura 66.

Due anni dopo la sua creazione, nel 2002, la licenza d’uso esclusiva di GQ scadde, e il Gotham iniziò a essere utilizzato su riviste, poster e in campagne pubblicitarie famose in tutto il mondo, come quella della Coca-Cola.

Il font di Barack Obama

Ma fu nel 2008, grazie alla campagna politica di Barack Obama, che il successo di Gotham salì ai massimi livelli, grazie al suo essere deciso, moderno e affascinante. Tutti ricorderanno i manifesti della campagna con gli slogan “YES, WE CAN”, “HOPE” e “CHANGE”.
Ebbene, questi erano scritti rigorosamente in Gotham, che si vocifera fosse il carattere che Obama preferiva. Durante la campagna, a differenza di altri candidati, il futuro presidente non utilizzò altri font al di fuori di questo, si insistette molto nel suo utilizzo, arrivando così a identificare il Gotham come il carattere di Obama. Un carattere che è riuscito a sottolineare l’idea di modernità e onestà in cui credeva fortemente colui che sarebbe a breve divenuto il presidente degli Stati Uniti.

Con il passare degli anni il Gotham non ha perso popolarità, ma anzi, è diventato uno dei font preferiti dai designer di tutto il mondo, grazie alla sua capacità di essere estremamente versatile. Viene impiegato in particolare per loghi e titoli, ma anche per il corpo del testo.

E’ stato utilizzato, ad esempio, per i loghi di Cartoon Network, Spotify e Discovery Channel e per la pietra della Freedom Tower a Ground Zero, in ricordo delle vittime dell’11 settembre.
In campo cinematografico invece, e’ stato usato per le locandine di film come Inception e Gran Torino di Clint Eastwood e per quella della serie televisiva The O.C.

gotham font: gran torino        gotham font: inception

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *